Non temete, non stiamo chiedendo il vostro orientamento politico! Da noi l’unico orientamento davvero importante è quello utilizzato nella scelta della birra!

Chi è stato almeno una volta al Mattorosso sa bene che ,dietro al bancone, si trovano due spillatori, quello di destra e quello di sinistra: 10 spine, 8 stili di birre differenti, perché sappiamo che i gusti in fatto di birra sono tanti. Ecco perché, nel costruire la nostra carta delle birre, abbiamo selezionato stili differenti, per cercare di soddisfare le preferenze dei nostri clienti e di proporre degli abbinamenti capaci di esaltare le diverse caratteristiche di tutti nostri piatti.

Ciò che differenzia principalmente le birre dei nostri due spillatori è il processo di produzione e, in particolare, la fase di fermentazione, momento durante il quale avviene il “miracolo”: grazie al lavoro svolto dai lieviti, ciò che era semplice mosto diventa la bevanda strutturata che tutti noi conosciamo come birra.

Le spine di destra sono riservate alle birre prodotte con la tecnica dell’alta fermentazione: i lieviti vengono fatti lavorare, nella parte superiore del tino, ad alte temperature, tra i 15 e i 20°C. Sono birre nate in Inghilterra, tipicamente amare con uno spiccato sentore floreale nel finale di bevuta.

Le birre delle spine di sinistra sono invece prodotte con la tecnica della bassa fermentazione: questa tecnica prevede che i lieviti lavorino nella parte bassa del tino, ad una temperatura che oscilla tra i 6 e i 10° C. Queste birre hanno un sapore dolce e fruttato: grazie alle basse temperature di lavorazione riescono a mantenere gli aromi originali dei malti e dei luppoli usati per la produzione.

Scendiamo ora nel dettaglio delle caratteristiche delle diverse birre della nostra selezione.

Le birre ad alta fermentazione

ELAV PUNKS DO IT BITTER – Grad. Alc. 4.3%: una birra così detta dry hopping, in cui la luppolazione, ovvero l’aggiunta dei luppoli, viene effettuata a freddo alla fine del processo produttivo: grazie a questa peculiarità la birra mantiene inalterati i sentori floreali dei luppoli, che escono decisi fin dal primo sorso.

ELAV INDIE ALE – Grad. Alc. 5.5%: birra dal colore ambrato e dalla schiuma compatta; l’abbondante luppolatura gli conferisce sentori agrumati e tropicali molto accesi, lasciando sul finale un gusto spiccatamente amaro tendente all’erbaceo.

ELAV GRUNGE IPA – Grad. Alc. 6.3%: per chi ama la birre amare la Grunge è un’esperienza da non perdere. In origine le Ipa, Indie Pale Ale, erano le birre inglesi destinata all’esportazione in India: per produrre queste birre veniva utilizzato molto luppolo perché, contenendo diverse sostanza acide antiossidanti, permetteva la conservazione della birra durante i lunghi viaggi fino all’India.

MATTO ROSSA Grad. Alc. 7.0%: birra rossa prodotta, con una selezione di malti particolarmente saporiti, secondo lo stile delle antiche birre d’Abbazia belghe. Il lievito, fatto lavorare ad alte temperature, conferisce a questa birra, corposa e leggermente dolce,  un sapore fruttato piacevole da degustare.

Inoltre, tra le birre ad alta fermentazione, c’è la Santiquaranta: birra bianca, rifermentata in bottiglia, prodotta artigianalmente con orzo coltivata nella campagna veneta. È una birra fresca, non filtrata e non pastorizzata, caratterizzata da un leggero sapore di malto e un retrogusto  di agrumi leggermente speziato.

Le birre a bassa fermentazione

FÜRSTENBERG PREMIUM PILS – Grad. Alc. 4.8%: caratterizzata da un colore biondo dorato e una schiuma persistente, è una birra fresca con retrogusto aspro. La Pils è lo stile di birra più diffuso al mondo.

FÜRSTENBERG LAGER – Grad. Alc. 5.3%: birra tedesca, la bionda per eccellenza. La produzione a bassa temperatura consente di mantenere un gusto rotondo, piacevolmente amaro.

LICHER 1854 KELLERBIER Grad. Alc. 5%: birra ambrata, stile Keller, che letteralmente significa “della cantina”. Le keller sono birre non filtrate, naturalmente torbide. Questa birra viene realizzata secondo l’antica ricetta originale che viene tramandata fin dall’anno di fondazione del birrificio, il 1854, dal quale deriva anche il nome in etichetta.

HOPF WEIZ – Grad. Alc. 5.5%: Hopf è il birrificio più antico della baviera e la loro Helles Weisse, ovvero una Weisse prodotta a bassa fermentazione, è il Loro cavallo di battaglia. Chiara, fresca, dissetante, dal sapore fruttato: è la birra per l’estate e per tutti gli amanti delle birre leggere.

E poi c’è la birra ospite: ogni stagione un sapore diverso! Per sapere qual è la birra ospite del momento o per avere qualche informazione in più sulle nostre birre non esitate a chiedere ai nostri barman: sapranno rispondere alle vostre curiosità e vi aiuteranno a scegliere la birra più adatta ai vostri gusti.